Back to Top

Giornale on line registrato al Tribunale di Pavia n. 2/2016

25 NOVEMBRE: GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Foto 25 NOVEMBRE: GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

OPINIONI

E’ il 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza femminile e purtroppo, come ogni anno, non si è fatto molto a livello istituzionale per cancellare questa piaga sociale. Certo, ci sono i centri antiviolenza e le associazioni di supporto alle donne (per fortuna che esistono) che grazie al cielo nonostante i centomila salti mortali riescono ad aiutare molte donne a scappare dai loro aguzzini e da situazioni insostenibili. La violenza è sempre sbagliata ma di pari passo, almeno secondo il mio parere, alla lotta contro questo crimine con pene molto più severe, ci dovrebbe essere dalla parte di tutte le istituzioni una maggiore legittimazione della figura femminile. Dov’è la parità di genere e di salario? Io non la vedo ancora… Le donne che desiderano farsi una famiglia (come è giusto che sia se è nei loro desideri) sono costrette dalle circostanze a rinunciare al loro lavoro per i figli in molte situazioni e non ci sono veri aiuti per la donna mamma e lavoratrice. Una donna al lavoro è vista, ahimè, come un brutto investimento: investo nella formazione di questa persona che poi starà a casa quando vorrà avere dei figli facendomi perdere tempo. Questo è in sostanza il pensiero di molte aziende o luoghi di lavoro che non esaltano le capacità della donna ma la considerano una lavoratrice di serie B adatta solo ad alcune mansioni. Evitiamo almeno oggi di dire: “eh ma non è così…” perché sappiamo benissimo le cose come stanno, è solo che fa più comodo girare la testa dall’altra parte. La Scozia, la “tirchia” Scozia ha per primo reso l’assorbente femminile gratuito. Sarà un piccolo passo ma anche questa è emancipazione del ruolo della donna. Invece qui si fatica pure a riconoscere che l’assorbente femminile è indispensabile quanto come certe medicine o beni primari e andrebbe almeno (almeno!) tassato al 4% e non al 22. Il progresso di una società si vede anche da queste piccole ma grandi cose. Ma cosa ci aspettiamo da un premier che oggi dichiara: “la lotta alla disoccupazione femminile è una partita decisiva” quando si sta facendo di tutto per affossare l’economia di un Paese e il lavoro di milioni di persone che rimangono senza aiuti e senza soldi. In questa giornata purtroppo vedo solo il ripetersi pedissequo di certe frasi e slogan (ai quali chi li pronuncia non crede e non importa) che lasciano il tempo che trovano in quanto non sfociano in realtà concrete. Vergogna!

25/11/2020

Paola Doria

fbshare   ttshare

Potrebbero interessarti...



E USCIMMO A RIVEDER LE STELLE LASCIANDO I GERMANI NELLA SECONDA CORNICE

Un giornale tedesco ha infangato il nome di Dante e minimizzato la sua importanza nella nostra cultura.



CHIUDIAMO IL DIVARIO: DETASSARE GLI ASSORBENTI FEMMINILI E' COSA BUONA E GIUSTA

Una catena di supermercati lancia in questi giorni una campagna per rendere gli assorbenti beni di prima necessità



CHI CENSURERA' I CENSORI DEI FILM DISNEY?

Il colosso dei film per tutti sta censurando molti dei suoi classici animati in favore del "politically correct"



SEMPRE CAR MI FU QUESTO... FESTIVAL ($$$$)

Nonostante la pandemia anche quest'anno ci riproporranno il solito carrozzone mediatico che ci costa un mare di soldi agli italiani alla faccia delle difficoltà economiche dovute al Covid e gli aiuti che non arrivano...



L'11 SETTEMBRE E QUELLA NEW YORK CHE NON TORNERA'

In ricordo della tragedia alle Torri Gemelle



La modella alternativa e… il punto di G…

Una nota casa di moda che inizia con la “G” ha scelto una modella dai canoni estetici molto particolari per la sua campagna pubblicitaria. Questo ha creato tanto scalpore. Ecco cosa ne penso…



IL DOLCE FAR NIENTE: QUESTO SCONOSCIUTO

L'orsetto Winnie The Pooh era un gran de dolce-far-nientista e lo avete mai visto stressato? L'articolo vuole ironizzare un po' sul fatto che ormai tutto è programmato, anche il tempo libero...



LA LUNA & OTHER STORIES

Quel lontano 20 luglio 1969, più di mezzo secolo fa...



Il futuro dello Spazio X e delle paillettes

Ieri sera si è aperta una nuova era delle esplorazioni spaziali grazie alla collaborazione tra Nasa e la SpaceX di Elon Musk



I pensieri di Quinto Fabio Cunctator durante il rogo di Roma

Roma non è stata fatta in un giorno ma Roma non è lontana, Roma è ancora qui, viva e vegeta. Roma siamo noi. E la Storia è un ciclo che si ripete…


Galleria Fotografica