Back to Top

Giornale on line registrato al Tribunale di Pavia n. 2/2016

CANELLI - La chiesa di San Rocco si tinge di giallo con

Foto CANELLI - La chiesa di San Rocco si tinge di giallo con

INTERVISTE

“Non si conosceva il vero nome della masca, ma tutti sapevano chi fosse e nessuno voleva averci a che fare. Per una sciocchezza avrebbe potuto lanciare una maledizione attraverso il tocco fugace di un vestito o tramite una cantilena, appena accennata dal movimento delle labbra, recitata al posto di una liturgia domenicale: antichi giochi di magia in grado di rovinare una persona o un’intera genia...”.
Un giallo ambientato nelle Langhe che vede come protagonisti un gruppo di amici ad indagare sulla morte di una loro compagna di classe. I ragazzi si devono scontrare sia con il mondo degli adulti e le sue regole sia con la masca, l’anziana donna tacciata come strega che sembra implicata nell’incidente…
Una storia avvincente che ti tiene con il fiato sospeso fino all’ultima pagina è “La Masca” di Laura Rizzoglio edito da Nps Edizioni che sarà presentato in anteprima (il libro uscirà ai primi di ottobre) a Canelli domenica 26 settembre alle ore 16.30 presso la suggestiva cornice della chiesa di San Rocco grazie alla collaborazione del Comune di Canelli e della libreria Il Segnalibro.
Il romanzo si è classificato secondo alla prima edizione del concorso letterario “Misteri d’Italia” nel 2020 promosso dall’associazione “Nati per scrivere” ed ora aspetta il giudizio del grande pubblico.
Laura Rizzoglio nasce ad Asti nel 1973. Cresciuta in un piccolo borgo delle Langhe, che sono spesso di ispirazione per i suoi romanzi, ritrova la passione per la lettura e la scrittura a seguito di una grande crisi spirituale dalla quale scaturisce “Edenya”, primo capitolo della “trilogia dell’anima”, edito nel 2019. “Illirya”, il secondo capitolo, uscirà nel 2021. Ma dopo questa presentazione formale lasciamo che sia Laura a raccontarci un po’ di sé…
Cosa fai nella vita?
Nella vita sono un’impiegata commerciale in una ditta enomeccanica, sono laureata in Lingua e letteratura tedesca e amo l’idea di sapere comunicare con una buona fetta dell’umanità. Sono mamma di due splendide creature alquanto impegnative e promoter dei loro sogni. Lettrice onnivora e scrittrice per passione.
Cos’è per te la scrittura?
Scrivere è catarsi da una vita a tratti stretta e soffocante, è immaginare e vivere centinaia di vite, un processo di creazione che può spaziare dal dilettantismo all’arte, ma sempre salutare e, per me, necessario. Quanto è importante, nella vita, la compagnia di un buon libro?
Tanto. Leggere un buon libro è fonte di ispirazione nella vita di tutti i giorni, è come avere un buon amico, un insegnante che sa farti amare una materia e che ti prende per mano.
Parliamo del libro che hai pubblicato con NPS Edizioni: “La masca”. Qual è la sua storia? Come è nata l’idea?
L’idea è nata in un attimo. Ho letto del concorso I misteri d’Italia e ho pensato alle streghe piemontesi, ai racconti di mia nonna Angiolina, alla sua vita difficile nel primo dopoguerra, ai luoghi in cui sono cresciuta e a un fatto di cronaca di cui mia madre mi parlava spesso quando ero ragazza, e nulla. La storia di Lia d’Ampardisòn ha preso vita e, sebbene avessi solo pochi mesi a disposizione, non c’era modo di zittirla. Così ho deciso di darle voce e di inviarla.
C’è un personaggio, del libro (o più d’uno), a cui sei particolarmente affezionata?
Lorenzo e Laura, i gemelli protagonisti del libro, perché rappresentano me e mio figlio, il nostro rapporto; Angiolina, nella quale rivedo molto di mia nonna, e l’allegra brigata del Bricco, Massimo, Mauro e Alessandro, i miei amici di un tempo con i quali ho combinato più di una marachella.
“La masca” mette in scena magia e mistero, amicizia e avventura, ma anche un grande amore per il territorio. Quanto sei legata ai luoghi natii?
Moltissimo. Da ragazza ricordo di aver scritto molte poesie di fronte alla bellezza di quelle maestose colline variopinte, le distese di viti e i boschi, i profumi dell’erba e del fieno, le nevicate di un metro e gli slittini che sfrecciavano veloci dai pendii ripidi, ogni cosa mi riporta indietro nel tempo. È un luogo veramente magico.
Ci consigli una lettura per l’autunno?
L’ombra del vento di Zafon, se nel mio libro respiri l’amore per le Langhe, nei libri di questo fantastico scrittore, vivi Barcellona.
Laura Rizzoglio Vi aspetta alla presentazione de “La Masca” a Canelli domenica 26 settembre alle 16.30 presso la chiesa di San Rocco in Via Villanuova 20. Ingresso libero contingentato – green pass all’interno.

23/09/2021

La Redazione

fbshare   ttshare

Potrebbero interessarti...



GABRIELE SANZO, l’equilibrista del tratto

Gabriele Sanzo:“Agenzia di viaggi immaginari”,“Fuoco e Colore Contemporary Art Gallery”- Corso Libertà 49 - Canelli. Fino al 14 novembre - venerdì e sabato dalle 17 alle 19 e domenica dalle 10 alle 12.



L'ARTISTA MARCO FASANO DA SABATO IN MOSTRA A CANELLI

Presso "Fuoco e Colore Contemporary Art Gallery" di Canelli dal 2 al 17 ottobre.



CANELLI: sabato inaugura la galleria d'arte

L'inaugurazione si terrà in Corso Libertà 40 il 28 agosto alle ore 16.30



TRA LE PIEGHE DELLA BANDIERA AMERICANA – INTERVISTA A MAX FERRERO

“America Fi(r)st” – L’America di Trump è visitabile a Canelli presso il Salone Riccadonna (Viale Libertà 25) dal 5 al 13 giugno (venerdì – sabato e domenica dalle 10,30 alle 12 e dalle 17 alle 19)- ingresso contigentato



CANELLI: i diSegni ed il colore di GINO VERCELLI al Salone Riccadonna fino al 1 novembre

Il vernissage della personale si terrà venerdì 16 ottobre alle ore 18.30



LOREDANA BERARDI: "da bambina per più di dieci anni nel carcere di massima sicurezza di Novara"

La scrittrice novarese racconta nel suo ultimo libro "Dentro l'oscurità" la sua esperienza da bambina nel carcere di massima sicurezza di Novara per più di dieci anni



Fabio Raffaelli da Cassolnovo a New York con la passione dei cocktail nel sangue

Ripropongo una mia vecchia intervista a Fabio Raffaelli. maestro dei cocktail da Cassolnovo a New York



Incontro ravvicinato con Agostino Arrivabene

Ripropongo una mia intervista di qualche tempo fa all'artista Agostino Arrivabene



LUIGI DELLATORRE: (S)visioni future

Intervista all'artista Luigi Dellatorre



Elvira Panno e il suo popolatissimo mondo interiore.

La mia recente intervista all'artista Elvira Panno


Galleria Fotografica