giornale online reg. Trib Pv n. 2/2016
IL BELLO INTORNO A TE
La Canarina Ingioiellata
Eventi
I paesaggi dell'uomo di Federico Barbieri in mostra a Pavia


“I luoghi hanno memoria.
Ricordano tutto.
Il ricordo è inciso nella pietra.
È più profondo delle acque più profonde.
È come sabbia delle dune, che si sposta di continuo”.
Wim Wenders

 

“Paesaggi dell’Uomo”. Un viaggio attraverso il rapporto dell’uomo con lo spazio che lo circonda visto con gli occhi dell’artista pavese Federico Barbieri.
La mostra verrà inaugurata giovedì 15 ottobre alle ore 17 presso la Biblioteca della Scienza e della Tecnica a Pavia che farà da cornice alle trenta opere esposte.
La ricerca di Barbieri questa volta si sposta sull’uomo; è una riflessione profonda di quello che l'essere umano percepisce attraverso lo spazio, come lo vive e come lo rielabora attraverso la macchina meravigliosa della mente.
L’artista ci accompagna per mano, attraverso il mondo caleidoscopico delle emozioni. Alle tante percezioni si accompagnano anche le tecniche utilizzate da Barbieri: disegni su carta a matita o realizzati con il pantone, spesso eseguiti con un unico gesto. Ma non solo.
Molto vicino all’informale, Barbieri sperimenta nuovi linguaggi, nuovi modi per comunicare con l’osservatore: una forma spesso essenziale ma densa di significato. Alla sintesi visiva corrisponde un grande lavoro di ricerca per arrivare a comprendere cosa è veramente necessario.
Federico Barbieri è attratto dalla novità, in lui c’è il bisogno impellente dell’artista di creare qualcosa di mai provato prima. Il guanto della sfida è sempre lì ad aspettarlo e l’artista coglie ogni volta la possibilità di mettersi alla prova. Barbieri non si accontenta della carta, inizia a imprimere il proprio gesto artistico anche su supporti innovativi come lastre di policarbonato e rivisita tecniche già conosciute (stampa con manipolazione postuma e tecniche miste con uso di vernici spray.
“Paesaggi dell’Uomo” è a Pavia presso la Biblioteca della Scienza e della Tecnica (Via Ferrata 1) dal 15 ottobre al 18 dicembre (dal lunedì al giovedì , dalle 8.30 alle 17; venerdì, dalle 8.30 alle 12.30), ingresso libero.

Federico Barbieri nasce a Voghera nel 1981. Laureato in Psicologia, dal 1999 si interessa al mondo dell'arte iniziando un percorso da autodidatta; status che gli offre la possibilità di sperimentare liberamente, senza limiti o preconcetti, tecniche e materiali diversi che utilizza per rappresentare il tema dominate della sua ricerca: l’uomo. Dal 2012 è più volte protagonista di mostre collettive e personali, ottenendo diversi riconoscimenti, quale il Premio Critica Renato Valdata, concorso indetto dall'Associazione Arte 17 con il patrocinio del Comune e della Provincia di Pavia. Tra le più recenti collaborazioni meritano di essere ricordate quella con il Museo della Stampa e Stampa d’Arte di Lodi in occasione della personale Intelletto e macchina (2013) e con il brand Plano.

9 novembre 2015