Back to Top

Giornale on line registrato al Tribunale di Pavia n. 2/2016

ALBA: Elisa Pistis con un Mistero Buffo al femminile

Foto ALBA: Elisa Pistis con un Mistero Buffo al femminile

EVENTI

HZONE in scena: MISTERO BUFFO (al femminile) Compagnia teatrale “Elisa Pistis” Elisa Pistis porta sul palco dell’Hzone “Mistero Buffo” di Dario Fo. Giovedì 19 dicembre alle ore 21,00 la rassegna teatrale del Centro Giovani di Alba ospita Elisa, attrice, doppiatrice per la RAI, autrice e interprete per Radio RAI Sardegna, protagonista della webserie prodotta da Smemoranda “live in 5°E” e finalista nel 2015 per il premio Candoni per monologhi originali. Lo spettacolo di Elisa non è una copia del Maestro Fo, ma si snoda prima di tutto da un punto di partenza molto semplice: una donna che mette in scena, da sola, Mistero Buffo. Una rielaborazione che parte da una sensibilità femminile, senza escludere il lavoro originale ma ha, per forza di cose, una direzione espressiva totalmente differente. Diversi sono inoltre il tempo e il contesto sociale del nostro presente: con questo Mistero Buffo Elisa parte dall’esigenza di condividere una riflessione attuale su alcune dinamiche che ancora oggi caratterizzano la nostra società. Soprattutto capire come la questione del potere, dell’arroganza, dell’ingiustizia sociale, tutt’altro che risolta e appartenente al passato, ancora oggi possa risuonare attraverso un materiale scritto alla fine degli anni Sessanta e attraverso delle storie che sono alla base della nostra cultura, e non solo, da secoli. Il filo rosso che ci condurrà durante lo spettacolo sarà quello della Sacra Famiglia, mettendo in campo due differenti momenti della vita di Gesù: Gesù bambino e Gesù adulto, accompagnato ovviamente dalla presenza, indubbiamente importante, di sua madre, Maria di Nazareth: personaggi che ci sono familiari e che conosciamo, qualsiasi sia il nostro rapporto con la religione. Lo spettacolo si compone di linguaggi differenti: si parte dai dialetti del nord Italia (soprattutto lombardo, veneto, friulano) ma con una rielaborazione libera che lascia spazio all’espressività e soprattutto al messaggio emotivo, fino ad arrivare al sardo, una lingua completamente diversa che dà nuova vita alla giullarata, una lingua dai suoni atavici, primitivi, che si prestano ottimamente a raccontare storie antiche come queste. Ingresso libero e gratuito

13/12/2019

La Redazione

fbshare   ttshare

Potrebbero interessarti...



ALBA: in scena LE VERITA' DI FREUD

La compagnia albese Coincidenze chiude la rassegna Teatro del Territorio del Teatro Sociale “G. Busca” con lo spettacolo LA VERITÀ DI FREUD - Sabato 22 febbraio 2020 alle ore 21,00



CANELLI: la città degli innamorati

"Una sternia d’amore 2020" si terrà sabato 15 febbraio in occasione di San Valentino



ALESSANDRIA: il programma del Carnevale

Domenica 16 febbraio si festeggerà il Carnevale Alessandrino con un grande evento in tutto il territorio cittadino



CANELLI: tutti gli eventi dedicati al Natale

Il calendario completo degli appuntamenti delle Feste



ALBA: il Canto di Natale a teatro

PRIMO APPUNTAMENTO DELLA RASSEGNA FAMIGLIE A TEATRO - Domenica 22 dicembre, alle ore 16.30 - CANTO DI NATALE al Teatro Sociale “G. Busca” di Alba



ALBA: la biblioteca inaugura la mostra realizzata dai bimbi

In occasione della mostra è stato realizzato un cortometraggio che divulga l’importanza del libro e della lettura per i bambini da 0 a 6 anni.



ALBA: Romeo e Giulietta in chiave rock questo weekend a teatro

H-ZONE in scena: ROMEO E GIULIETTA IN ROCK - venerdì 22 novembre alle ore 21



ALESSANDRIA: tutti gli eventi per dire no alla violenza sulle donne

Iniziative e progetti sul tema ?della violenza di genere in concomitanza con i sedici giorni di ?Mobilitazione mondiale contro la Violenza sulle Donne ?(25 novembre-10 dicembre 2019)



ALBA: gli eventi per manifestare contro la violenza sulle donne

Le iniziative albesi per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne



CASALMAGGIORE: IL MUSEO DEL BIJOU ESPONE LEA STEIN

Lea Stein: 19 ottobre 2019 - 16 febbraio 2020 - A cura di Lorena Taddei - In collaborazione con Roberto Cavaglià, Elisabetta Ghidini e Paolo Zani. Foto di Luigi Briselli. Traduzioni di Silvia Tomasoni


Galleria Fotografica