Back to Top

Giornale on line registrato al Tribunale di Pavia n. 2/2016

IL PROGETTO CHANGE 2 ARRIVA ALLA SUA CONCLUSIONE: IL 13 MAGGIO IN CAVALLERIZZA

Foto IL PROGETTO CHANGE 2 ARRIVA ALLA SUA CONCLUSIONE: IL 13 MAGGIO IN CAVALLERIZZA

NEWS

La cornice della Cavallerizza del Castello di Vigevano il 13 maggio in mattinata ospiterà l’evento Open Day legato al Progetto Change 2 che si è svolto nel corso dell’anno scolastico in molti istituti cittadini (Besozzi, Caramuel, Casale, Roncalli, Castoldi e Liceo Cairoli) in collaborazione con il Centro Antiviolenza di Vigevano e della Lomellina Kore Coop. Change 2 è già alla sua seconda edizione e quest’anno, novità rispetto al precedente anno, ha visto il coinvolgimento sia dei professori sia dei ragazzi delle scuole medie in un percorso verso la comunicazione assertiva e la comprensione, eliminando violenze di ogni genere. Durante l’anno scolastico i ragazzi di ogni classe coinvolta nel progetto (30 in tutto) hanno effettuato quattro incontri, due con le psicologhe dott.ssa Federica Pusineri e dott.ssa Annalisa Ferraris e due con la dott.ssa Paola Doria, giornalista, grafica ed esperta in comunicazione. Nei primi due incontri i ragazzi hanno svolto un lavoro sulla comunicazione assertiva e sugli stereotipi di genere mentre negli altri due incontri hanno potuto effettuare un laboratorio creativo. Per i ragazzi delle medie si è trattato della creazione di una grafica per una t shirt contro la violenza mentre per i ragazzi delle superiori si è analizzato come il mondo dei media presenta spesso la figura femminile. I ragazzi in seguito hanno riflesso sulle tematiche trattate e hanno prodotto dei pensieri che sono confluiti all’interno di articoli pubblicati su questa testata. La mattinata del 13 maggio sarà occasione per riprendere gli argomenti toccati durante gli incontri però aggiungendo qualcosa in più. I ragazzi voteranno la grafica della t shirt preferita, potranno leggere gli articoli scritti dalla loro classe e faranno due esperienze nuove. Verranno coinvolti in una esperienza che li farà riflettere sulle donne e sulle difficoltà che devono affrontare ogni giorno in collaborazione con le psicologhe del progetto. Per dare continuità alla mattinata dell’8 marzo, in cui l’artista Silvia Capiluppi ha raccontato ai ragazzi il suo lavoro performativo attraverso il ricamo di lenzuola, questa volta i ragazzi, guidati dall’artista, saranno gli artefici in prima persona dell’opera d’arte. Con dei pennarelli rossi scriveranno su teli bianchi il loro nome non solo a ricordo del progetto ma a testimoniare il loro impegno per far sì che la violenza non entri mai più nel loro mondo. Infine ci sarà un altro appuntamento: il 25 maggio nel pomeriggio a partire dalle 16, in collaborazione con SSD Città di Vigevano, partner del progetto, si giocherà un mini torneo di calcio con i ragazzi delle scuole che hanno partecipato al Change 2, un simbolo per dire che lo sport è per tutti.

06/05/2019

Paola Doria

fbshare   ttshare

Potrebbero interessarti...



10 CURIOSITA' SUL FERRAGOSTO

E voi quante di queste curiosità già sapevate?



ALBA: inaugurata la nuova pista di atterraggio dell’elisoccorso

Per realizzare la pista dell’elisoccorso sono state rimosse tre piante e predisposte lampade di segnalazione su quattro punti luce



Cambiamento, questo (s)conosciuto...

siete pronti?



SOLIDARIETA' ONLINE: l'asta benefica di Giuseppe Farruggello per Campobello di Licata

L'artista siciliano, pavese di adozione, ha organizzato un'asta benefica per il suo paese di origine



BUONA PASQUA!

Tanti auguri



IL PETTIROSSO CHE AIUTO’ GESU’

una leggenda legata a questo piccolo volatile...



L’insostenibile gravità dell’essere in casa

Sboccia la primavera ma con essa, in questo periodo, spuntano anche i nostri scheletri negli armadi...



IL BISCOTTO DELLA SFORTUNA ED I FURBETTI DEL CORONAVIRUS

Il caos italiano tra pandemia e burocrazia ed i furbetti che cavalcano l'onda della situazione



APPELLO AI VIGEVANESI

RESTATE A CASA, USCITE SOLO PER LO STRETTO NECESSARIO



ALBA: APRE IL NUOVO OSPEDALE DI VERDUNO

ospedale di Verduno, Covid hospital del Piemonte IL SINDACO DI ALBA, CARLO BO: “NUOVE FORZE IN CAMPO PER FAR FRONTE ALL’EMERGENZA”


Galleria Fotografica