Back to Top

Giornale on line registrato al Tribunale di Pavia n. 2/2016

VIGEVANO: Dante svelato con la Massoneria vigevanese

Foto VIGEVANO: Dante svelato con la Massoneria vigevanese

EVENTI

“Amor che move il sole e l’altre stelle”. La frase finale del Paradiso di Dante è anche il titolo della conferenza che si terrà sabato 27 ottobre dalle ore 17.00 presso il Centro Segù di Via Battù 79 a Vigevano organizzato dalle Camere Capitolari di Vigevano e Pavia del Rito Scozzese Antico ed Accettato del Grande Oriente d'Italia. L’incontro è coordinato da Gabriele Zorza con relatori Goffredo Cangiotti. Giorgio Maggioni. Stefano Lucarelli. moderatore Graziano Lissandrin e voce di Antonio Falcone. Ospite d’onore il filosofo e Grande Oratore del Grande Oriente d'Italia Claudio Bonvecchio. Il tema de La Comedia dantesca come percorso iniziatico è stato oggetto di moltissimi libri. per citarne uno il famoso “L’esoterismo di Dante” di Renè Guènon pubblicato nel 1925. nel quale l’autore sostiene che Dante sarebbe stato membro di un ordine iniziatico e che scrivendo la sua Comedia avrebbe voluto lasciare ai lettori un messaggio nascosto tra i versi. Questo messaggio sarebbe recepito in primis dagli iniziati. che disporrebbero delle conoscenze adeguate per comprendere il testo cifrato di Dante. Infatti nel verso dell’Inferno “O voi ch'avete li 'ntelletti sani. mirate la dottrina che s'asconde sotto 'l velame de li versi strani” l'autore ritiene che coloro che posseggono “li 'ntelletti sani “ sarebbero gli "iniziati". i quali possono scoprire il messaggio che si nasconde dietro la storia. Inoltre la suddivisione tra Inferno. Purgatorio e Paradiso sarebbe la metafora di un percorso che parte dal mondo profano a quello degli illuminati. Dante inizia il suo percorso rendendosi conto di ritrovarsi in una selva oscura nella quale era stata smarrita la retta via. Dopo la presa di coscienza. la morte dell’io individuale con la discesa agli Inferi e il provare su di sé tutti i peccati e le miserie umane. Dopo questa serie di prove temibili inizia la purificazione (Purgatorio) e il cammino verso le stelle (il Paradiso). raggiungendo lo stato di illuminazione. Il numero tre ricorre come simbolo di questo percorso: tre come la Trinità. come le virtù teologiche (Fede. Speranza e Carità). come i principi della Massoneria (Libertà. Uguaglianza e Fratellanza) e gli elementi alchemici (zolfo. mercurio e sale) che servono per creare la “Grande Opera”. Questi saranno alcuni dei punti di riflessione su questo particolare aspetto dell’opera dantesca. La partecipazione all’incontro è aperta a tutti ed eventuali interventi saranno graditi.

22/10/2018

Paola Doria

fbshare   ttshare

Potrebbero interessarti...



ALBONESE: sabato pomeriggio festa della donna con il Centro Antiviolenza Kore

Sabato pomeriggio dalle 14.30 tutti sono invitati presso la tecnostruttura di Albonese per un pomeriggio dedicato alla figura femminile con il Centro Antiviolenza Kore



CASSOLNOVO: Il Centro Antiviolenza Kore insegna ai bambini come combattere le paure

Il Centro Antiviolenza Kore ha sviluppato un progetto per aiutare i bambini a riconoscere e superare le proprie paure



VIGEVANO: SAMANTHA BONANNO e le sue meraviglie di carta

L'artista incontrerà il pubblico domenica 17 marzo alle 17.30 presso l'associazione Astrolabio di Via Riberia 14 - Vigevano



CASSOLNOVO: verso il bosco con i RISO AMARO

La prima volta della compagnia mortarese di Marta Comeglio al Teatro Verdi di Cassolnovo



ALBA: Ludovico Einaudi in concerto al Busca

Ludovico Einaudi inaugura la primavera del Teatro Sociale Busca - i biglietti sono prenotatili online o presso la biglietteria del teatro



ALESSANDRIA festeggia la donna

Gli eventi Di Marzo Donna 2019 ad Alessandria



NOVARA: arriva il Bulldog Day

UN ESERCITO DI BULLDOG INGLESI E APPASSIONATI IN ARRIVO DA TUTTA ITALIA PER IL 21° #BULLDOGDAY SOLIDALE DEL C.A.B.I.



VIGEVANO: nel weekend torna Essere Donna Oggi

Da venerdì mattina presso la Cavallerizza del Castello ritornerà la manifestazione, alla sua nona edizione, dedicata al mondo femminile



VIGEVANO: il Fileremo commemora il dott. Ubbiali

Il benefattore, prima della sua dipartita, ha donato l'intero immobile per poter ampliare la struttura attuale con "Dopo di Noi" sempre più necessario.



Una mostra dedicata ad ALBA

Si chiama "Tutta mia la città", Alba vista attraverso gli occhi di molti artisti


Galleria Fotografica